Da Aosta ad Annecy, fino alle gole del Verdon

Francia, Alta Savoia e Provenza

di Mimma Lo Martire

Per fortuna siamo riusciti a fare il nostro giro prima che il tunnel venisse chiuso per delle riparazioni. Dovrebbe riaprire prima di del Natale 2023.

Tunnel Monte Bianco, Cartello

Solo poco più di 11 di chilometri separano Courmayeur in Italia, da Chamonix in Francia.

Chamonix è una graziosa cittadina anche senza la neve, con il suo corso principale pieno di negozi. Una sosta è d’obbligo, approfittatene per fare una passeggiata nelle vie del centro.

Chamonix, Francia

Dedicate un paio di giorni alla bella città di Annecy, affacciata sull’omonimo lago, con il suo affascinante centro storico medievale, il grande castello che domina dall’alto ed il caratteristico forte realizzato in pieno centro storico su una piccola isola nel fiume Thiou: il Palais de l’Île.

Il Palazzo un tempo era una vecchia prigione, zecca e Tribunale, ora è un museo.

Castello di Annecy, Francia

Le crociere sul lago sono amate dai turisti, così come gli abitanti sono molto legati al loro splendido specchio d’acqua circondato dalle montagne, uno dei più grandi e trasparenti di Francia.  La sua superba bellezza ha ispirato il pittore Paul Cézanne, che nel 1896 lo immortalò nel quadro chiamato Lago blu.

Palais de l’Île, Annecy

Il Palais de l’Île dall’inizio del secolo scorso è classificato Monumento storico di Francia.

Annecy, Francia

Non molto distante, vicino al Giardino D’Europa, fate una passeggiata sul Pâquier, il grande prato affacciato sul lago, vedrete la piccola Isola dei Cigni (l’Île des Cygnes). Durante l’estate, quest’isoletta viene utilizzata come supporto per il Festival Annecy Paysages, per presentare opere d’arte contemporanea.

Annecy, lungolago

Molti uccelli la utilizzano per la nidificazione e la riproduzione.

Un’installazione si attivava al calar del sole e, come per magia, con un bellissimo gioco di luci compariva una casa con i fantasmi, davvero affascinante!

Isola dei cigni

Non tralasciate di programmare una escursione anche a Lovagny (a circa 14 km. da Annecy), per visitare il Castello del XIII secolo di Montrottier, il cui ultimo proprietario Léon Marès, lo ha arricchito con diverse opere provenienti da varie parti del mondo. Pur non avendo viaggiato, Marès riuscì a raccogliere oggetti incredibili da ogni parte del pianeta. La collezione, alla sua morte, nel 1916, è stata donata all’Accademia Florimontaine.

Castello di Montrottier, Lovagny

A due passi si trovano anche le Gole del Superbo (les Gorges du Fier),  frutto del lavoro di erosione del fiume Fier, che nasce a 2019 metri di altezza sulla Catena des Aravis, sul monte Charvin.

Gole du Fier, Lovagny

Vi sono delle caratteristiche passarelle in legno, i cui lavori iniziarono nel 1868. Sospese fra i 20 e i 30 metri di altezza, sono fissate alla grande parete rocciosa ed offrono un’ottima vista sul “Saut du fier”. Davvero una escursione da non perdere per la bellezza della rocce e del canyon, creato dalla forza del fiume nel corso di milioni di anni.

Da lì, a soli 10 chilometri, potete andare a visitare anche il giardino segreto, un posto che vi lascerà senza parole. Per saperne di più, leggete fino in fondo, alla voce “curiosità”.

Vaulx, Jardins Secrets

Non dimenticate di visitare la graziosa Chambéry, qui abbiamo avuto la fortuna di fare una visita guidata all’interno della cappella dove, prima che venisse trasferita a Torino, è stata custodita per quasi un secolo la Sacra Sindone.

Cappella dei Duchi di Savoia, Chambéry

La cappella è situata all’interno del castello dei Duchi di Savoia, ora il palazzo è sede di uffici giudiziari. Sulla sommità della torre si trova un carillon, composto da 70 campane di bronzo: Il 1° e 3° sabato del mese, alle 17.30, si potrà ascoltare una musica eseguita da uno dei più grandi carillon del mondo. La più pesante delle campane pesa quasi cinque tonnellate!

Castello dei Duchi di Savoia, Chambéry

Ci sono concerti programmati della durata di 20 minuti, eseguiti da Jean-Pierre Vittot, carillonneur titolare. I prossimi, sono previsti per sabato 2 dicembre 2023, alle 11.00 e sabato 23 dicembre 2023, sempre allo stesso orario. Domenica 24 dicembre 2023, alle 18:30 ed il 25 dicembre 2023 alle 11.30.

Chambéry, Fontana degli Elefanti
Grenoble, Piazza Victor Hugo

Trovate il tempo per una – breve – tappa a Grenoble. Qui, se volete, potete raggiungere il vecchio forte Bastille con la funivia realizzata appositamente nel 1934.

Funivia di Grenoble Bastille, Francia

Infine, dedicate assolutamente un paio di giorni a Moustiers – Sainte – Marie per visitare le bellissime gole del Verdon, all’interno dell’omonimo parco.

Gole du Verdon, Francia
Gole del Verdon

Il piccolo borgo francese, situato nel dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza è davvero caratteristico e particolare. Gemellato con il comune toscano di Montelupo Fiorentino è incastonato fra le rocce ed ha una cascata che attraversa il suo pittoresco centro storico.

Moustiers -Sainte- Marie, Targa gemellaggio con Montelupo Fiorentino

Moustiers-Sainte-Marie
Moustiers-Sainte-Marie, panorama
Chiesa di Notre Dame de L’Assomption, Moustiers- Sainte -Marie

Moustiers – Sainte – Marie è una base perfetta per visitare il canyon più grande d’Europa – creato dal fiume – ed il lago artificiale di Sainte-Croix, realizzato nel 1973, in seguito alla costruzione della diga sul fiume Verdon.

Lago di Santa Croce, Francia

Noi avevamo in auto la nostra canoa, ma in loco è possibile affittare un kayak o un pedalò con cui fare un giro che vi consentirà di ammirare il canyon dal basso ed anche di fare un bagno. Si accede proprio dalla base del ponte; dalla sommità dello stesso, invece, è possibile godere di una splendida vista dall’alto.

Lago di Castillon, Parco Naturale del Verdon. Francia

La zona è circondata da profumatissimi campi di lavanda per i quali la Provenza è famosa in tutto il mondo.

La curiosità

Il Giardino segreto di Vaulx

Visitando lo Château du Montrottier, con le sue sale ricche di collezioni di ceramiche e souvenir da tutto il mondo,

Castello di Montrottier, ceramiche

ci è stata data anche la possibilità, con un piccolo sconto sul biglietto di ingresso, di visitare un posto davvero unico e particolare, a soli 18 chilometri da Annecy: il Giardino segreto (Jardins Secrets), sulla Route de Lagnat a Vaulx.

Giardini Segreti, Vaulx

La sua storia ha inizio nel 1980, con l’acquisto di un vecchio casolare e dell’annesso terreno da parte di una coppia – Alain e Nicole Moumen – particolarmente dotata dal punto di vista artistico, poi, pian piano, anche con l’intenso e incredibile lavoro delle bravissime figlie Leïla, Myriam e Sonia. Ogni cosa in questo posto è stata realizzata abilmente dal papà, restauratore di mobili, dalla mamma e dalle figlie decoratrici, pittrici, artiste meravigliose nel creare mattonelle, fontane, decori e intagli. Ciascuno di loro possiede una particolare attitudine nel lavorare il legno o la ceramica, il ferro ed altri materiali. Il tutto circondato da magnifiche piante e fiori.

La piscina, regalo di Alain e Nicole per le figlie. Jardins Secrets
Jardins Secrets, Vaulx

Il luogo è visitabile da aprile ad ottobre, le date cambiano in base alle esigenze della famiglia.

Girare per la casa è uno spettacolo, ogni ambiente è unico, con le sue fontane e i mobili intagliati. Vi è anche una stanza con tutti i semini ed una con le erbe medicinali.

Jardins Secrets, farmacia

Il tutto è abbellito da piante e fiori. Davvero, son si può non restare ammirati per tutto il tempo che i Moumen hanno speso e continuano a dedicare per la realizzazione di queste opere. Il lavoro di questa famiglia non ha mai fine, è in continuo – meraviglioso – divenire.

Jardins Secrets, Fontana

Ti potrebbe interessare anche: Valle D’Aosta, tra residenze storiche e natura.

Questo articolo ha 3 commenti

  1. Enzo

    Grazie, Mimma, come sempre sei preziosa per tutte le informazioni che ci fornisci . Ci fai veramente viaggiare con te, grazie anche alle bellissime foto che accompagnono il tuo diario di viaggio.

  2. Agata

    Che meraviglia! Complimenti per le descrizioni e per le bellissime foto!

  3. Marina

    Belle foto con ricche informazioni e racconti ! Grazie Mimma per questi viaggi che ci fai vivere ☺️

Lascia un commento